1 2 3 4
29/12/2016 Il blog di Idee
La partecipazione delle donne per lo sviluppo. Intervista a Teresa Fiordelisi, Presidente di iDEE.

1. Presidente Fiordelisi, Lei è al vertice di una BCC, una banca di comunità il cui Cda è costituito in prevalenza da donne. In un mondo tendenzialmente “al maschile”, questo è già una eccezione. E’ stata una scelta precisa? Quali le motivazioni e, soprattutto, che bilancio ne può trarre?
Si, è stata una scelta precisa, una tendenza avviata sin da quando, nel 1997, sono stata eletta Presidente della Banca di Credito Cooperativo di Laurenzana. Si può immaginare cosa significasse all’epoca, per una giovane donna avvocato - poco più che trentenne - assumere la massima carica in una Banca, luogo da sempre evocativo di vestiti grigi! Con il tempo ho incrementato progressivamente la componente di genere, raggiungendo, nelle elezioni del 2015, la maggioranza di donne nell’organo di governo (6 consiglieri donna su 11) all’unanimità.
2. Nel suo territorio, con tassi di disoccupazione e una penalizzazione del lavoro femminile elevati, la Sua Banca ha attivato iniziative specifiche per lo sviluppo dell’imprenditorialità femminile o di altre forme che incentivino la partecipazione attiva delle donne allo sviluppo locale?
La partecipazione attiva delle donne allo sviluppo locale è stata perseguita dalla Banca secondo 4 direttrici: assunzione dipendenti, campagna soci, utilizzo del fondo etico, iniziative di agevolazione all’intrapresa femminile.
3. Da pochi giorni Lei è Presidente di iDEE, l’associazione nazionale delle donne del Credito Cooperativo. Probabilmente un “unicum” nel panorama bancario italiano. Quali le linee guida del Suo mandato? Molte cose sono state fatte, ma altre restano da fare e non aiuta certo il contesto di crisi che stiamo vivendo. Un Suo parere, su questo.
Vorrei esercitare il mandato di Presidente di iDEE per sensibilizzare ulteriormente le BCC italiane sul tema della diversità di genere, e sul modo nel quale l’organizzazione del lavoro delle aziende bancarie può essere reso più efficace ed efficiente attraverso -appunto- la valorizzazione della “differenza”.

Per visualizzare l'intera intervista clicca qui.

Cerca
Area riservata
Accedi all'area riservata
 
SCARICA LA MINI-CAMPAGNA REALIZZATA DA IDEE
Video Promo Idee
 
ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MIGRANTI E BANCHE

Sostieni il progetto "Taglia e Cuci IN TUTTE LE LINGUE DEL MONDO"
con l'invio di stoffe a iDEE per il laboratorio di sartoria!
migrantiebarche
Per l’invio delle stoffe: ASSOCIAZIONE iDEE:
Via Lucrezia Romana 41/47, 00178 Roma alla c.a. di Chiara Pieretti.

Clicca qui per saperne di più sull'Associazione

 
Ecuador: riflessioni sul Buen Vivir con Bepi Tonello
Concorso Cooperarte