1 2 3 4
23/06/2017 Il blog di Idee
Combattere le mutilazioni genitali femminili.
125 milioni di donne che hanno subito mutilazioni genitali, per lo più in Africa. Pratiche illegali, dolorosissime e pericolose per la salute della bambina e poi della donna con conseguenze al momento del parto, terribilmente umilianti per chi le subisce. L'abolizione delle mutilazioni femminili, secondo i dati dell’Unicef, ogni anno colpisce tre milioni di bambine sotto i quindici anni.
A combattere questa battaglia c’è anche l’associazione "Non c’è pace senza giustizia" fondata nel 1993 da Emma Bonino. Sono ormai 17 anni che l’ex commissaria europea e ministra degli esteri porta avanti questa campagna. Dal 2014 Non c’è pace senza giustizia guida un progetto in sette Paesi dell’Africa: Burkina Faso, Costa d’Avorio, Gambia, Guinea, Mauritania, Niger e Senegal. L’idea di questo lavoro - che si ispira alla risoluzione delle Nazioni Unite del dicembre 2012 che dichiara illegali le mutilazioni genitali femminili nel mondo - è quella non di considerare queste pratiche barbare come una questione soprattutto medica, ma di coinvolgere istituzioni, governi, comunità locali affinché si affrontino i pregiudizi culturali, religiosi e sessuali trovando le politiche migliori per impedire che questa forma di tortura continui ad essere impunemente praticata. Ora il progetto di Non c’è pace senza giustizia rischia di doversi fermare. Per questo si può aiutare tale causa con un bonifico, eventualmente da intestare a Non c’è Pace Senza Giustizia, Banca di Credito Cooperativo di Roma c/c 2472, IBAN IT 24 E08327 03221 000000002472, BIC/SWIFT ROMAITRR.
«Anche in Italia, in Europa – è l’appello di Emma Bonino - è necessario parlare e agire perché le donne immigrate non continuino questa pratica inumana contro le loro figlie».
Cerca
Area riservata
Accedi all'area riservata
 
SCARICA LA MINI-CAMPAGNA REALIZZATA DA IDEE
Video Promo Idee
 
ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MIGRANTI E BANCHE

Sostieni il progetto "Taglia e Cuci IN TUTTE LE LINGUE DEL MONDO"
con l'invio di stoffe a iDEE per il laboratorio di sartoria!
migrantiebarche
Per l’invio delle stoffe: ASSOCIAZIONE iDEE:
Via Lucrezia Romana 41/47, 00178 Roma alla c.a. di Chiara Pieretti.

Clicca qui per saperne di più sull'Associazione

 
Ecuador: riflessioni sul Buen Vivir con Bepi Tonello
Concorso Cooperarte