1 2 3 4
06/05/2008 Newsletter - Num 3
Il bene e le sue molteplici sfaccettature
iDEE: 5-6 aprile 2008 il gruppo di lavoro Knowledge Management per la due giorni di studi sul “Bene”
“Mens sana in corpore sano”. Non c’è niente di meglio della locuzione latina per rappresentare nelle sue diverse forme il tema del “Bene”. Argomento trattato durante l’incontro del 5 e 6 aprile scorsi, che ha portato a Tabiano Bagni (Parma) oltre duecento partecipanti. L’appuntamento, coordinato da Enrica Cavalli, presidente di iDEE, è stato ideato e realizzato dal gruppo di lavoro Knowledge Management dell’Associazione. Sostanziale l’apporto di Donatella Salta, leader del gruppo

Secondo la già citata locuzione di Giovenale (“Mente sana in un corpo sano”- Satire, X, 356) l’uomo dovrebbe aspirare almeno a due beni, la sanità dell’anima e la salute del corpo. Nell’uso moderno il significato che si attribuisce al “Bene” assume molteplici accezioni a causa dell’attuale complessità della nostra società. Ed è stato questo l’approccio che ha permesso di focalizzare l’attenzione sul tema del “Bene”. Nella due giorni di Tabiano la filosofia che è emersa, infatti, ha seguito il principio secondo il quale “nella vita come anche nel lavoro sostenendo il principio del bene, l’Associazione iDEE vuole stimolare a intraprendere un originale percorso di armonizzazione e di rinnovamento personale. Di taglio pragmatico e di valenza spirituale”.
Questa stessa linea di pensiero era presente anche negli interventi dei relatori che nel pomeriggio del 5 aprile e nella mattina del 6 si sono alternati per trattare le mille sfaccettature del “Bene”: dal “Bene per il corpo”, al “Bene tra corpo e mente”, dal “Bene nel lavoro” a “Quale bene dell’anima?”. Al “Bene in azione” ha fatto riferimento il cardinale Esilio Tonini che, attraverso un collegamento telefonico, ha dato il suo messaggio ai partecipanti.
Anche Alessandro Azzi, presidente di Federcasse, nonostante l’impossibilità di partecipare, nel saluto letto da Enrica Cavalli, ha offerto un’altra chiave di lettura, riportando il “Bene” su un piano di più stretta attualità finanziaria: “affrontare l’argomento del Bene – ha affermato Azzi – significa anche andare controcorrente e cercare di leggere la realtà con una lente diversa. Quella della tolleranza, della speranza e della conciliazione. In campo economico queste considerazioni portano a rivedere finalità e strumenti. La finanza può essere fine a se stessa oppure finalizzata a promuovere lo sviluppo ovvero orientata al ben-essere”.
Per la “sanità del corpo” i partecipanti si sono affidati alle cure della Beauty Farm Alhambra di Tabiano.
Cerca
Area riservata
Accedi all'area riservata
 
Iscriviti / Cancellati
 Iscriviti / cancellati alla nostra newsletter
 
Ultimo invio
Per visualizzare tutti gli articoli dell'ultimo invio premi qui
 
Archivio Newsletter
» Numero 9 23/07/2013

» Numero 8 23/07/2013

» Numero 7 05/12/2011

» Numero 6 06/08/2010

» Numero 5 01/09/2009

» Numero 4 08/03/2009

» Numero 3 06/05/2008

» Numero 2 01/08/2007

» Numero 1 18/12/2006

» Numero 0 07/07/2006