1 2 3 4
05/03/2009 Newsletter - Num 4
Campagna “M’illumino di meno”. Credito Cooperativo e iDEE per il risparmio energetico

Federcasse e il Gruppo di Lavoro Ambiente-Sviluppo Sostenibile di iDEE  hanno promosso l’iniziativa lanciata dalla trasmissione “Caterpillar” di Radio2 Rai “M’illumino di meno”, con la finalità di promuovere il risparmio energetico. L’invito, nella giornata del 13 febbraio scorso, è stato di spegnere luci e dispositivi elettrici non indispensabili a partire dalle ore 18. Tutto questo a pochi giorni dal quarto anniversario dell’entrata in vigore del Protocollo di Kyoto (16 febbraio 2005). La campagna “M’illumino di meno” quest’anno ha ottenuto il patrocinio del Parlamento europeo per il secondo anno consecutivo. Le iniziative sono cominciate il 12 gennaio e si sono protratte fino al 13 febbraio, dando voce al racconto delle idee più interessanti e innovative, in Italia e all’estero, per razionalizzare i consumi di energia e di risorse, dai piccoli gesti quotidiani agli accorgimenti tecnici che ognuno può declinare a proprio modo per tagliare gli sprechi.
Federcasse e il Gruppo di Lavoro Ambiente hanno promosso l’adesione al progetto presso tutte le realtà del Credito Cooperativo, che oggi conta 32 mila collaboratori.
Nella sede romana del Credito Cooperativo – il centro direzionale Lucrezia Romana – a dare il segnale di avvio è stato lo spegnimento delle insegne luminose con impresso il logo BCC-Credito Cooperativo. E’ iniziata così la gara etica di buone pratiche ambientali nel sistema.
Significativo, infatti, il numero delle adesioni tra BCC, Federazioni Regionali ed altri Enti del Credito Cooperativo. Peraltro, a spegnersi quest'anno è stata, a Roma, anche la Cupola di San Pietro. Lo scorso anno il "silenzio energetico" ha simbolicamente coinvolto le principali "piazze" italiane ed europee. A Roma il Colosseo, il Pantheon, la Fontana di Trevi, a Verona l'Arena, a Torino la Basilica di Superga, a Venezia Piazza San Marco, a Firenze Palazzo Vecchio, a Napoli il Maschio Angioino, a Bologna Piazza Maggiore, a Milano il Duomo e Piazza della Scala. Anche Parigi, Londra, Vienna, Atene, Barcellona si sono "illuminate di meno", come altre decine di città in Germania, in Spagna, in Inghilterra e in Romania.
Cerca
Area riservata
Accedi all'area riservata
 
Iscriviti / Cancellati
 Iscriviti / cancellati alla nostra newsletter
 
Ultimo invio
Per visualizzare tutti gli articoli dell'ultimo invio premi qui
 
Archivio Newsletter
» Numero 9 23/07/2013

» Numero 8 23/07/2013

» Numero 7 05/12/2011

» Numero 6 06/08/2010

» Numero 5 01/09/2009

» Numero 4 08/03/2009

» Numero 3 06/05/2008

» Numero 2 01/08/2007

» Numero 1 18/12/2006

» Numero 0 07/07/2006