1 2 3 4
01/09/2009 Newsletter - Num 5
Più aggregazione e più formazione. I rilievi dell’indagine promossa da iDEE

Potenziare la capacità di aggregazione (67% del panel intervistato) e lo sviluppo dell’individuo nel senso di maggiore formazione e mentoring (82% del campione sottoposto ai test dell’indagine). Sono questi i primi rilevanti riscontri emersi dalla ricerca condotta a fine 2008 da iDEE e organizzata su due semplici interrogativi: “chi è l’associata” e “cosa si attende dall’Associazione”. L’analisi è stata condotta attraverso interviste telefoniche, che hanno coinvolto 164 associate (145 dipendenti e amministratori di BCC, 5 dipendenti di Federazioni Locali e 14 società centrali) su un totale di 570 iscritte.
È da queste esigenze che riparte la programmazione delle attività 2009-2010 dell’Associazione. Ma dalla rilevazione emerge anche molto altro. Da uno sguardo d’insieme la componente femminile del Credito Cooperativo su un totale di 33 mila dipendenti è rappresentata da 9.500 donne, il 32 per cento sul numero totale di collaboratori. Di questo 32 per cento circa il 2 per cento della popolazione femminile ha aderito ad iDEE.
Tra i canali di diffusione più efficaci attraverso i quali divulgare le iniziative promosse da iDEE appare in primo piano il “passa-parola”. A seguire la newsletter e il sito. Tutto questo è reso più efficace, però, se le attività dell’Associazione ottengono il sostegno dei vertici. In tal caso la divulgazione tra le dipendenti viene molto facilitata. Il ruolo dell’azienda, infatti, ricopre una funzione primaria per la conoscenza dell’Associazione. La direzione e le colleghe rappresentano il 63 per cento dell’azione promozionale di iDEE. 
Risulta, inoltre, alto il livello di gradimento delle attività dell’Associazione. Il 39 per cento delle intervistate ritiene che l’Associazione sia riuscita ad interpretare un ruolo di rilievo all’interno del Credito Cooperativo. Emerge, infatti, un maggiore interesse verso le iniziative “interne” di iDEE, meno rilevante appare il peso attribuito alle opportunità di scambio con attori esterni. In breve, occorre rafforzare la presenza dell’Associazione all’interno del Movimento, prima di esportare questa esperienza all’esterno.
Infine, le intervistate hanno espresso soddisfazione rispetto al rapporto costi/benefici. La quota di iscrizione sembra sia adeguata rispetto al buon livello dei servizi offerti. Servizi, che dall’indagine risultano migliorabili attraverso un potenziamento ed una maggiore strutturazione organizzativa.       

Cerca
Area riservata
Accedi all'area riservata
 
Iscriviti / Cancellati
 Iscriviti / cancellati alla nostra newsletter
 
Ultimo invio
Per visualizzare tutti gli articoli dell'ultimo invio premi qui
 
Archivio Newsletter
» Numero 9 23/07/2013

» Numero 8 23/07/2013

» Numero 7 05/12/2011

» Numero 6 06/08/2010

» Numero 5 01/09/2009

» Numero 4 08/03/2009

» Numero 3 06/05/2008

» Numero 2 01/08/2007

» Numero 1 18/12/2006

» Numero 0 07/07/2006