1 2 3 4
06/08/2010 Newsletter - Num 6
iDEE è nel Comitato promotore della Carta per le pari opportunità e l’uguaglianza sul lavoro
iDEE entra nel Comitato promotore della Carta per le pari opportunità e l’uguaglianza sul lavoro al fianco di autorevoli rappresentanti del mondo imprenditoriale e politico, come la Fondazione Sodalitas, l’Ufficio Nazionale Consigliera di Parità con l’adesione del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, il Ministero per le Pari Opportunità, AIDDA (Associazione Imprenditrici Donne Dirigenti d’Azienda), Impronta Etica, UCID (Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti).

iDEE entra nel Comitato promotore della Carta per le pari opportunità e l’uguaglianza sul lavoro al fianco di autorevoli rappresentanti del mondo imprenditoriale e politico, come la Fondazione Sodalitas, l’Ufficio Nazionale Consigliera di Parità con l’adesione del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, il Ministero per le Pari Opportunità, AIDDA (Associazione Imprenditrici Donne Dirigenti d’Azienda), Impronta Etica, UCID (Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti).

“L’ingresso dell’Associazione nel Comitato – ha dichiarato Cristina Donà, presidente di iDEE – è una preziosa opportunità cristina donavolta a richiamare l’attenzione su problemi legati al gender gap e al lavoro. Due questioni di grande attualità sulle quali iDEE ha l’ambizione di offrire il proprio contributo”. L’adesione dell’Associazione è stata ufficializzata da Maria Bonfanti, President elect di iDEE, in occasione del convegno dal titolo “La Carta per le pari opportunità e l’uguaglianza sul lavoro: politiche attive, strategie, proposte e percorsi”, svoltosi a Roma lo scorso 7 maggio, alla presenza di numerosi rappresentati istituzionali. Tra questi Simonetta Matone, Capo Gabinetto del Ministro per le Pari Opportunità, Alessandra Servidori, Consigliera Nazionale di Parità del Ministero del Lavoro, delle Politiche Sociali e Mariella Zezza, Assessore al lavoro, Politiche Sociali e Famiglia della Regione Lazio.

La Carta – lanciata lo scorso 5 ottobre 2009 a Milano presso Assolombarda – ha la finalità di sensibilizzare e divulgare una cultura aziendale incentrata sulla valorizzazione del pluralismo e delle pratiche inclusive nel mondo del lavoro. L’adesione – sull’impronta del successo delle iniziative francese e tedesca – avviene volontariamente da parte delle imprese di tutte le dimensioni, per la diffusione di una cultura aziendale e di politiche delle risorse umane inclusive, libere da discriminazioni e pregiudizi, capaci di valorizzare i talenti in tutta la loro diversità.

Sono positivi i primi riscontri delle aziende, che in Francia e in Germania hanno già sperimentato l’esperienza. In particolare si fa riferimento al miglioramento dell’immagine, alla diminuzione dei rischi reputazionali, alla creatività e innovazione per la molteplicità di prospettive, ad assunzioni più facili, alla migliore capacità di attrarre candidati con talenti diversificati, alla maggiore soddisfazione di personale e clienti, al miglioramento del clima lavorativo e alla diminuzione di tensioni interne.

La sottoscrizione implica, una volta l’anno, la compilazione di un questionario sulle azioni intraprese, che contribuirà a fare il punto sullo stato di attuazione della Carta in Italia.

Per informazioni sulle modalità di adesione ci si può collegare al sito http://www.cartapariopportunita.it (sezione adesioni).

Cerca
Area riservata
Accedi all'area riservata
 
Iscriviti / Cancellati
 Iscriviti / cancellati alla nostra newsletter
 
Ultimo invio
Per visualizzare tutti gli articoli dell'ultimo invio premi qui
 
Archivio Newsletter
» Numero 9 23/07/2013

» Numero 8 23/07/2013

» Numero 7 05/12/2011

» Numero 6 06/08/2010

» Numero 5 01/09/2009

» Numero 4 08/03/2009

» Numero 3 06/05/2008

» Numero 2 01/08/2007

» Numero 1 18/12/2006

» Numero 0 07/07/2006