1 2 3 4
23/07/2013 Newsletter - Num 8
iDEE: donne, cooperazione e conciliazione per battere la crisi.

Connubio tra donne, cooperazione e armonizzazione tra famiglia-lavoro. Sono questi i focus dei due incontri organizzati dall’Associazione iDEE. In particolare, il primo si è svolto lo scorso 8 marzo a Rende (CS), ospiti della BCC di Mediocrati. Pochi giorni dopo, il 12 marzo, è stata la volta del seminario di Milano sui temi della conciliazione.

In particolare, il primo si è svolto lo scorso 8 marzo a Rende (CS), ospiti della BCC di Mediocrati. Pochi giorni dopo, il 12 marzo, è stata la volta del seminario di Milano sui temi della conciliazione.
L’incontro di Rende dal titolo “Donne e cooperazione per battere la crisi” - cui hanno partecipato Nicola Paladino, presidente della BCC di Mediocrati, Franca Migliarese, vice presidente della stessa BCC, Michele Aurelio, Presidente della Federazione Calabrese delle BCC, Antonella Giannini, Presidente di iDEE e per Federcasse, Claudia Benedetti, Responsabile della Comunicazione – è stato l’occasione per riflettere sul contributo delle donne al mondo della cooperazione. Il seminario ha dato anche l’opportunità di inaugurare la quinta sede regionale dell’Associazione iDEE. Nel corso dell’appuntamento - organizzato da Loredana Sapia, coordinatrice territoriale iDEE Calabria, con il sostegno dell’Associazione - sono emersi dati interessanti. La presenza femminile più consistente e qualificata – si è detto – è nella cooperazione sociale, dove le donne sono ai vertici nel 45% dei casi (soprattutto al Sud). Anche la cooperazione internazionale registra un forte numero di donne e nel 2010 ha visto il “sorpasso”. Le statistiche sul volontariato ci dicono che è soprattutto il doppio impegno lavoro-famiglia a rappresentare per le donne un forte ostacolo all’azione volontaria.
Per questo nell’incontro di Milano, dal titolo “Identità in armonia. Strumenti e strategie per sviluppare nuovi modelli culturali e organizzativi”, si è entrati nel vivo della questione dell’equilibrio tra vita e lavoro. Il seminario, organizzato da Rosalba Acquistapace, consigliera di iDEE e da Carolina Lisanti, coordinatrice territoriale della Lombardia, ha chiamato a raccolta molti esponenti del mondo accademico per fare il punto della situazione. A dare voce al disagio femminile, in tema di conciliazione, sono stati: Pietro Galbiati, Direttore Federazione Lombarda delle Banche di Credito Cooperativo, Stefano Zamagni, Università di Bologna, Franca Maino, Università degli Studi di Milano, Stefano Fugazza, Università Cattolica Sacro Cuore, ALTIS – Alta Scuola Impresa e Società, Marta Rodriguez, Istituto di Studi Superiori sulla Donna, Adele Ercolano, Responsabile master in conciliazione famiglia e lavoro e la Presidente iDEE Giannini. 
Il dibattito si è poi spostato anche sul tema del grosso deficit di occupati in particolare nel settore dei servizi alle famiglie. Si tratta di circa il 20 per cento in meno rispetto a paesi quali l’Inghilterra, l’Olanda e la Danimarca. Attivarli potrebbe creare nuovi posti di lavoro diretti ed indiretti. Muovere i consumi. Favorire la crescita.
Cerca
Area riservata
Accedi all'area riservata
 
Iscriviti / Cancellati
 Iscriviti / cancellati alla nostra newsletter
 
Ultimo invio
Per visualizzare tutti gli articoli dell'ultimo invio premi qui
 
Archivio Newsletter
» Numero 9 23/07/2013

» Numero 8 23/07/2013

» Numero 7 05/12/2011

» Numero 6 06/08/2010

» Numero 5 01/09/2009

» Numero 4 08/03/2009

» Numero 3 06/05/2008

» Numero 2 01/08/2007

» Numero 1 18/12/2006

» Numero 0 07/07/2006