1 2 3 4

PERCHE' PROPRIO IO?

L’interrogativo del Knowledge Management nella giornata di studio

Il 3 e 4 ottobre 2009 una nuova giornata di studio organizzata dal Gruppo di Lavoro Knowledge Management al Santuario francescano Chiusi della Verna, vicino ad Arezzo.

 “Andare oltre la conoscenza della propria esperienza. Per raggiungere ciò che è oltre la conoscenza del momento (il mito della caverna di Platone) e per tentare di aprirsi alla pluralità. Garanzia di arricchimento”.
E’ questo il senso – ha spiegato in apertura, Enrica Cavalli, Presidente di iDEE –  delle giornate di studio organizzate il 3 e 4 ottobre scorsi dal Gruppo di Lavoro Knowledge Management al Santuario francescano Chiusi della Verna, vicino ad Arezzo.

Azzi e cavalli.JPGIl giorno successivo, il 4, è stata la volta dell’assemblea annuale, che si è aperta con l’avvicendamento ai vertici dell’Associazione iDEE. Maria Cristina Donà, Vice Presidente della Banca di Credito Cooperativo di Cartura, è stata nominata nuovo presidente di iDEE e Maria Bonfanti, Presidente della BCC di Sesto San Giovanni e Vice Presidente della Federazione Lombarda delle Banche di Credito Cooperativo, ha assunto la carica di President elect. Il turnover di Donà è avvenuto con il presidente uscente Enrica Cavalli.
 
L’adesione alle giornate è stata alta, oltre 180 i soci. Implicito segnale di apprezzamento dell’evento e ancora di più dell’argomento proposto. In realtà si è trattato di un quesito. Ovvero: “Perché proprio Io?”
 
Numerosi gli interventi previsti dal programma. Prima dell’inizio dei lavori ha preso la parola Alessandro Azzi, Presidente di Federcasse, per un saluto in cui ha voluto sottolineare la particolarità del tema e del luogo scelti per la giornata di studio. Tali argomenti “invitano alla concentrazione – ha detto Azzi – o meglio ancora alla meditazione. Prendersi del tempo per fare questo (pensare, riflettere, meditare…) non è consueto. Dunque complimenti”.
 
In effetti la domanda, scelta come spunto di riflessione, racchiude molti interrogativi filosofici, religiosi, spirituali ma anche medici. Tutti approfonditi con l’aiuto di alcuni esperti. sala fronte.JPG
 
Ha avviato i lavori Silvia Landra, psichiatra, che ha raccontato le esperienze di una professione che l’ha portata ad esplorare i meandri della mente umana, talvolta inquietanti.
 
A seguire Edoardo Ferrario, docente di Estetica presso la facoltà di Filosofia dell’Università La Sapienza di Roma, che ha fatto un ricco excursus filosofico sul tema dell’evento. Numerosi i riferimenti al pensiero della filosofa ebrea Hannah Arendt, che nelle sue opere mette a nudo l’animo umano. In particolare, del pensiero Arendt sono stati ricordati gli effetti della lontananza dell’uomo dalla vera realtà e la mancanza di idee come presupposto fondamentale del regime totalitario, il quale tende – appunto – ad allontanare l’uomo dalla vera realtà sostituendone una sua, rendendolo meno di un ingranaggio in una macchina.
 
In chiusura altre due esperienze hanno portato contributi importanti al confronto. Maria Zeno, che ha ripercorso le molteplici espressioni assunte dall’animo umano in campo letterario. Infine, Don Mario, frate della comunità di Verna, ha raccontato la sua esperienza di fede e il totale mutamento che lo portò a lasciare la “vita mondana” per quella religiosa.
  
verna gruppo.JPG
Cerca
Area riservata
Accedi all'area riservata
 
SCARICA LA MINI-CAMPAGNA REALIZZATA DA IDEE
Video Promo Idee
 
ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MIGRANTI E BANCHE

Sostieni il progetto "Taglia e Cuci IN TUTTE LE LINGUE DEL MONDO"
con l'invio di stoffe a iDEE per il laboratorio di sartoria!
migrantiebarche
Per l’invio delle stoffe: ASSOCIAZIONE iDEE:
Via Lucrezia Romana 41/47, 00178 Roma alla c.a. di Chiara Pieretti.

Clicca qui per saperne di più sull'Associazione

 
Ecuador: riflessioni sul Buen Vivir con Bepi Tonello
Concorso Cooperarte