1 2 3 4

L’altra metà del cielo. Immagini, musica e conversazioni sull’universo femminile

 
Sabato 3 marzo è stata presentata l’iniziativa del “mese della donna” promosso dalla BCC Agrobresciano, in collaborazione con la Città di Ghedi, gli Assessorati alle Pari opportunità e Cultura ed il patrocinio della
Circoscrizione Nord del Comune di Brescia.
L’altra metà del cielo. Immagini, musica e conversazioni sull’universo femminile l’iniziativa è nata sul territorio, tra la Bassa e Brescia città, dove opera preferibilmente la BCC Agrobresciano.
I progetti, abbracciano un periodo che va dal 6 marzo al 1 aprile, con modalità differenti vengono organizzati incontri con il pubblico, laboratori di pittura e musica, conferenze con autori di testi teatrali. Le iniziative si svolgono in prevalenza nell’auditorium dell’ Bcc Agrobresciano di Ghedi, con una “appendice” anche nella Sala conferenze di Brescia, in Via Triumplina 237, già teatro di numerosi progetti culturali.
 
La mostra dal titolo: “Diverse immagini di femminilità”si inaugura il 10 marzo, alle ore 17,30 nell’auditorium di Ghedi-Piazza Roma. Ad esporre non sono solo pittrici, anche se in netta maggioranza. Il filo conduttore è enunciato nel titolo. La “femminilità”, infatti, viene restituita ai visitatori attraverso il punto di vista tra venti dei più noti artisti bresciani contemporanei e da giovani, che si sono affermati in concorsi ed esposizioni. Si è fatta attenzione anche ad una vasta rappresentanza territoriale. Quindi non solo operanti e radicati nel capoluogo o nella Bassa, ma anche con radicamenti in altri territori, come la Franciacorta e la Valcamonica.
 
La mostra resterà aperta dal 10 marzo al 1 aprile, il sabato dalle 16.00 alle 19.00 e la domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00
Domenica 11 marzo, alle 16.30, sempre in Auditorium Bcc Agrobresciano a Ghedi si esibisce un ensemble tutto femminile “Elise Hall Saxophone Quartet”, con intermezzi di lettura dell’attore Sergio Mascherpa. Il quartetto che per la prima volta si esibisce nel bresciano, si è formato nel 2006 intorno alla figura di Elise Hall, una delle primissime donne saxofoniste. La formazione si è qualificata in numerosi concorsi nazionali. Sergio Mascherpa, tra i più apprezzati attori bresciani, offrirà alcuni “intermezzi” di lettura, attingendo al repertorio della letteratura “al femminile e non solo”.
Successivamente si terranno due conferenze. Nella prima - in programma per il 13 marzo, alle ore 17.30, sempre nella Sala Conferenze Bcc Agrobresciano di Via Triumplina, 237 a Brescia - Fiorella Frisoni (docente di Storia dell’Arte all’Università Statale di Milano) presenterà “Violenza e dolcezza nelle forme colorate del Seicento: Artemisia Gentileschi ed Elisabetta Sirani”. Ricostruirà la storia di Artemisia Gentileschi, che reagì alla violenza fisica subita con altrettanta “violenza caravaggesca” in pittura, e la dolce Elisabetta Sirani, allieva di Guido Reni a Bologna. Si prosegue poi il 20 marzo, alle ore 20.45, nell’Auditorium della Bcc Agrobresciano di Ghedi, con Elisabetta Selmi (docente di Letteratura italiana all’Università di Padova) che narrerà della Beata Cristina Somenzi, protettrice di Calvisano, una donna della Bassa poco conosciuta, a cui si attribuisce un intervento miracoloso in favore della comunità della Bassa proprio in occasione degli eventi del Sacco di Brescia. La Beata Cristina offrì l’occasione per vari drammi sacri.
Il 22 marzo, alle ore 20.45 nell’Auditorium della Bcc Agrobresciano di Ghedi, si terrà l’incontro con l’autrice Isabella Bossi Fedrigotti, intervista da Milena Moneta. Giornalista e scrittrice Isabella Bossi Fedrigotti, collabora con il Corriere della Sera nelle pagine della cultura e del costume. Cura rubriche di corrispondenza con i lettore per il supplemento Sette. Ha al suo attivo numerosi romanzi, tradotti in varie lingue, tra cui i più noti sono Di buona famiglia e Casa di guerra.
Infine, il 30 marzo, alle ore 20.45, nell’Auditorium della BCC Agrobresciano di Ghedi si chiuderà la rassegna con lo spettacolo teatrale “L’amore impaziente”, scritto da Valeria Moretti, e interpretato da Daniela Poggi, per la regia di Silvio Peroni. Lo spettacolo è stato vincitore della Rassegna “I teatri del Sacro nella II edizione”. Daniela Poggi è conosciuta ed apprezzata attrice di televisione, teatro e cinema. In teatro ha esordito poco più che ventenne accanto a Walter Chiari. Al cinema, dopo le prime commedie con Montesano, Dorelli, Pozzetto, ha interpretato ruoli drammatici (ne “La cena” di Ettore Scola, solo per citarne uno). Prestigiose anche le collaborazioni con i registi stranieri ( tra cui Claude Chabrol). In televisione è stata interprete di molte serie di successo.
Valeria Moretti è saggista e autrice di teatro. Tra le sue passioni c’è la scoperta-riscoperta delle figure femminili nell’arte e in letteratura – ha dedicato due saggi alle pittrici tra Cinquecento e Ottocento. Le pittrici e le figure femminili sono protagoniste dei suoi lavori. Nello spettacolo “L’amore impaziente”, Valeria Moretti mette in scena l’Amore mistico, il percorso che conduce all’Amato. Un amore che non conosce tregua né riposo, un “amore impaziente”, appunto.
Silvio Peroni esordisce come regista a 23 anni. Numerose le regie e le messe in scene teatrali.
 
Cerca
Area riservata
Accedi all'area riservata
 
SCARICA LA MINI-CAMPAGNA REALIZZATA DA IDEE
Video Promo Idee
 
ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MIGRANTI E BANCHE

Sostieni il progetto "Taglia e Cuci IN TUTTE LE LINGUE DEL MONDO"
con l'invio di stoffe a iDEE per il laboratorio di sartoria!
migrantiebarche
Per l’invio delle stoffe: ASSOCIAZIONE iDEE:
Via Lucrezia Romana 41/47, 00178 Roma alla c.a. di Chiara Pieretti.

Clicca qui per saperne di più sull'Associazione

 
Ecuador: riflessioni sul Buen Vivir con Bepi Tonello
Concorso Cooperarte